Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per darti una migliore esperienza di navigazione e contenuti personalizzati,
il tuo indirizzo ip è sottoposto a un utilizzo di statistica . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando
qualunque suo elemento accetti il nostro uso dei cookie 
Maggiori informazioni


Ok

Verniciare l'auto step by step con vernici spray

Questa vuole essere una guida di rifermento per la verniciatura di auto si forniranno informazioni preziose per chi vuole avvicinarsi al mondo del come si fa a verniciare l'auto, e si comincia proprio da come la si vuole realizzare e cioè:

Con vernici spray?

verniciatura auto spray



Step1 (preparazione e riparazione) come preparare il supporto per verniciare auto.

Il primo step serve a capire cosa si vuole verniciare e quali interventi si debbano fare per ottenere un risultato soddisfacente quindi bisogna capire le condizioni del supporto dell'oggetto da  verniciare.

Premessa verniciare auto con spray:

Quandvernici sprayo si va a fare un ritocco o comunque a verniciare con gli spray il consiglio è che se vuoi un lavoro fatto bene con le vernici spray bisogna che il tuo lavoro da svolgere non sia più grande di 1 mt quadro e che sia in posizione orizzontale, il perché e presto facile da capire gli spray nascono per ritocchi e per persone con poca esperienza quindi un supporto di piccole e medie dimensioni è il più adatto, la posizione è importante per via dell'angolo di spruzzatura se è in orizzontale ci sarà un getto più regolare se invece si vernicia un supporto orizzontale (es. tetto) lo spray inizia bene ma poi ha problemi al pescaggio del prodotto perché avremo un angolo di applicazione di 45° che risulterà inefficiente per il pescaggio dopo il 50% del consumo di vernice Fig.1 poi se si è esperti si può verniciare anche tutto il veicolo sapendo appunto delle limitazioni dello spray. 

Ma veniamo a capire cosa bisogna fare la regola primaria e sempre quella della pulizia e del carteggiare prima di applicare qualsiasi prodotto che possa essere stucco, fono o vernice.
Con gli spray si utilizzano per carteggiare carte abrasive fini normalmente, per capire quale grana utilizzare questo dipende dal danno che bisogna riparare più il danno è gravoso più si inizia con carte abrasive grosse.
Esempio bozzo da ribattere di medie dimensioni diam 5cm utilizzare carta abrasiva prima dello stucco grana 120, stuccare modellare lo stucco con p150 rifinire con p220 e ripassare il tutto con 320, quindi soffiare pulire bene e passare antisilicone un panno lava l'altro asciutto asciuga poi si può applicare il fondo di solito 3 mani intervallate da 10 minuti lasciarlo essiccare 6 - 8 ore e poi carteggiare con p500 e p600 e dopo soffiaggio, pulizia e antisilicone  può essere verniciato.
Se invece il danno non richiede stucco o ne richiede poco... (come per riparare un graffio profondo) iniziare con p240 eliminare il graffio eventualmente stuccare per poi passare una p 320 e p 400 soffiare,puliere e antisilicone e applicare 2 mani di fondo e dopo essiccazione carteggiare il fondo con p500 e p600.
Una cosa importante è:
Che prima di dare il fondo isolante il supporto deve avere una finitura carteggiata con p280 o p320 pulito e decerato con antisilicone in pratica qualunque sia la carta abrasiva con la quale si inizi la riparazione ogni passaggio di grana dell'abrasivo non deve mai superare i 100 della precedente.

Esempio pratico:
inzio con p120 posso utilizzare al massimo una p220 o inferiori (non superare mai i 100 ) è sbagliato e dannoso utilizzare una p240 o p220.. p320 o addirittura p400.
Il ciclo giusto è p120 p150 (p180) p220 p320 FONDO p500 p600  Possono cambiare le grane ma non saltare mai più di 100. 

Prodotti necessari per verniciare auto con spray per il 1° step:

Step2 (Verniciatura) 

Dopo aver realizzato che siamo pronti per verniciare l'auto o una delle sue parti, vuol dire che davanti abbiamo un supporto carteggiato e rifinito con p500 o p600 spolverato, lavato e con anti silicone ben passato.
A questo punto bisogna capire e scegliere il colore, il colore del nostro campione che vogliamo verniciare può essere:

  • Pastello (non metallizzato o perlato)
  • Metallizzato o perlato

La differenza nell'abito applicazione può essere varia e cioè un colore nella norma e suddiviso in tonalità, lucentezza, e forma fisica.


Tonalità = equivale al colore e cioè se è un rosso, blu, bianco ecc

Lucentezza = equivale all'effetto finale ed effetto specchio finale del colore nelle verniciature auto il parametro tecnico è definito in Gloss un effetto specchio è 90 100 glos un opaco 5 - 15 gloss 

Forma fisica = che equivale all'aspetto del colore fisicamente è cioè un colore solido uniforme detto anche pastello o un colore metallico o perlescente definito cosi perchè fisicamente ha al suo interno delle scaglie di metallo o di perla

Ora per poter applicare queste finiture per il nostro lavoro dobbiamo capire quali prodotti e quali cicli utilizzare per le verniciatutre auto.

Il ciclo più utilizzato è universale ed è obbligatorio per i metallizzati e perlati e opzionale su alcuni pastelli il ciclo è chiamato doppio strato nato per i metallizzati ma ormai usato anche per i solidi o comunemente conosciuti come pastelli.
Il ciclo doppio strato sostanzialmente come dice il termine è formato da 2 strati e cioè uno strato di colore effettivo con tonalità ma opaco e uno strato definitivo, protettivo e lucido di trasparente.
Questa tecnica ha numerosi vantaggi per chi la utilizza anche se può sembrare più lunga e complicata da la possibilità di poter sfumare la vernice e di ottenere finiture più protette e spessori leggermente maggiori, questa tecnica è nata con l'avvento dei metallizzati è il perché è intuibile i metallizzati hanno il metallo in mezzo alla vernice e quando si vernicia bisogna applicarlo con mani fini e omogenee perché in caso contrario il lavoro risulterebbe brutto e macchiato, di fatti è giusto e obbligatorio per tutti i metallizzati e perlati dare l'ultima manina di vernice ad una distanza maggiore delle altre e di cercare di non macchiare o bagnare il supporto cosi facendo si avrà una struttura del colore omogenea e senza macchie, i primi metallizzati della storia erano direttamente lucidi quindi per poter far si che il prodotto risultasse lucido bisognava laccare la superfice come si fa per i pastelli e facendolo con i metallizzati diretti lucidi provocavano un colore brutto e molto mascchiato.
Quindi in pratica con la tecnica doppio strato si vernicia con basi opache e senza aver la presunzione di laccare la superficie perche poi va data una trasparente con 2 mani piene e lucide che renderà il colore sottostante lucido è protetto.

L'altro ciclo è il lucido diretto e cioè una laccatura che si ottiene di solito con 2 mani piene e bagnate per ottenere un risultato uniforme è lucido che sarà utilizzato per lo più per i colori pastelli solidi e trasparenti lucidi.

Ora c'è da capire la qualità dei prodotti ecco uno schema che ci fa capire cosa offre il mercato e cosa è conveniente comprare in base ovviamente al propro budget è risultato finale che si vuole ottenere.

Verniciatura auto con spray cosa offre il mercato:

  • Vernice metallizzate perlate e pastello doppio strato:
  • Spray in base opaca con codici colori specifici
  • spray trasparenti 1k (nitro lucentezza dai 70 ai max 85 gloss NON resistente alle benzine)
  • Spray trasparenti 2k (top di gamma, qualità lucentezza 100 gloss, protezione ai massimi livelli qualitativi resistente a raggi uv, benzine, piogge acide ecc. )

Modo d'uso e applicazione degli spray vernici auto

L'applicazione del doppio strato va eseguito come segue:

  • Agitare il colore in base opaca 1° strato che va dato su un supporto pulito, asciutto, e decerato con anti silicone e carteggiato con p500
  • passare se possibile un panno anti polvere 
  • applicare la prima manina leggera (mano di aderenza) a circa 15 - 20 cm dal supporto attendere 10 minuti o completa opacizzazione
  • applicare la seconda mano bagnata di vernice metallizzata attendere 10 minuti l'importante prima di applicare la successiva mano e che sia completamente opaca.
  • applicare un'altra mano media  a circa 15 - 20 cm dal supporto che serve a rendere il tutto coperto perfettamente e omogeneamente controllare con lampada eventuali scoperture e quindi intervenire di conseguenza lasciare appassire fino a completa opacizzazione di solito 10 minuti
  • Applicare l'ultima mano chiamata pure mano di controllo che consiste nel uniformare e dare la giusta tonalità al colore e a fare in modo che il metallo o il perlato si distribuisca uniformemente per far questo con gli spray è sufficiente dare manine incrociate ad una distanza di 35 - 40cm dal supporto senza mai esagerare ma rendere il supporto leggermente umido ma opaco nell'applicazione, in pratica si vedranno se fatto bene tante piccole goccioline omogeneamente distribuite sul supporto.
  • Dopo l'ultima mano di verniciatura attendere minimo mezzora e comunque entro le 2 ore loperazione di applicazione del trasparente.
  • Agitare il trasparente bene 1k pronto uso 2k agitare bene attivare il catalizzatore e agitare ancora per 2 minuti circa quindi applicare il trasparente come segue.
  • Applicare 2 mani singole e bagnate lucide (avendo cura a non colare ) intervallate da 10 minuti 

Ecco un video che racchiude quello che è è stato scritto fino a quì

Video verniciatura auto spray

Prodotti necessari per verniciare auto con spray per il 2° step:

Kit vernice spray
(inserisci il codice colore
e salva il prodotto
poi metti nel carrello)

Il prodotto a varie opzioni si può scegliere il trasparente 1k o 2k

Seguici su Facebook